30/08/2016 - Parte il 2 settembre la nuova misura nazionale di sostegno prevista dal Decreto Interministeriale del 26 maggio 2016. L’Ambito sta identificando gli aventi diritto, incrociando i dati delle domande relative misura regionale (MIA) con le informazioni delle Anagrafi. Le persone che risulteranno in possesso dei pre-requisiti verranno contattate ed invitate a presentare la domanda fissando un appuntamento. I nuovi richiedenti, invece, potranno fare riferimento sia alla struttura di supporto all’accoglimento e all’informazione del Comune di Pordenone (Sportello Sociale al Cittadino), sia agli Uffici Amministrativi degli altri comuni dell’Ambito.

Che cos’è e come funziona

Il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è una misura di contrasto alla povertà che prevede l'erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti persone minorenni, figli disabili o una donna in stato di gravidanza accertata; il sussidio è subordinato all'adesione ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa.

Il progetto viene predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari e le scuole, nonché con soggetti privati attivi nell’ambito degli interventi di contrasto alla povertà, con particolare riferimento agli enti non profit.

Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e bambini, che vengono individuati sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni. Le attività possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l’adesione a progetti di formazione, la frequenza e l’impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute. L’obiettivo è aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia.

Il SIA nel 2016 sarà erogato ai nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:

  • requisiti familiari: presenza di almeno un componente di minore età o di un figlio disabile, ovvero donna in stato di gravidanza accertata
  • requisiti economici: ISEE inferiore ai 3.000 euro
  • requisiti residenza: essere residenti in Italia da almeno 2 anni
  • requisiti di titolo di soggiorno: essere cittadini italiani; cittadini comunitari; cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; titolare di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria); familiare di cittadino italiano o comunitario e quindi titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;

Per accedere al SIA è inoltre necessario che nessun componente il nucleo:

  • sia già beneficiario della NASPI, dell’ASDI, o di altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati;
  • non riceva già trattamenti, superiori a 600 euro mensili;
  • non abbia acquistato un’automobile nuova (immatricolata negli ultimi 12 mesi) o che non possieda un’automobile di cilindrata superiore a 1.300 cc o un motoveicolo di cilindrata superiore a 250 cc.

Il sostegno economico verrà erogato attraverso l’attribuzione di una carta di pagamento elettronica, utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità. Verranno a breve rese note le tipologie di acquisti autorizzati.

La misura di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) è integrabile con la Misura di Inclusione Attiva.

Dall’ammontare del beneficio vengono dedotte eventuali somme erogate ai titolari di altre misure di sostegno al reddito (carta acquisti ordinaria, incremento del Bonus bebé, Assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori).

Scheda del procedimento amministrativo

Modulo della domanda

Ultima modifica: 02/09/2016

Area riservata

 

Territorio

Territorio

Segnalazioni

Segnalazioni

SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI